Sanremo 2012: se Martin Solveig fosse un piatto? Fondue alla bourguignonne

Foundue bourgignonne

Questa sera sul palco dell’Ariston salirà il primo dei superospiti stranieri di questa 62.ma edizione del Festival di Sanremo: trattasi di Martin Solveig, dj e produttore musicale (anche di Madonna), parigino doc. Ispirandoci a lui abbiamo pensato, quindi, di portare in tavola una francesissima fondue bourguignonne: la fonduta di carne, infatti, è il tipico piatto che Oltralpe si usa per le serate con gli amici, magari proprio davanti alla tv per deliziarsi con l’esibizione del proprio beniamino.

Martin Solveig una fondue alla bourguignonne Solveig è un’artista poliedrico, capace di mixare insieme la house music con i ritmi africani, raggiungendo l’armonia, proprio come nella bourguignonne questa si raggiunge dosando sapientemente le salsine per l’appetitosa fase del dipping. Per stasera le suggerirei francesi: maionese, senape di Digione, tartare, remoulade, e, per i veri amanti, anche la bernaise.

Per 4 persone vi occorre 1 kg di filetto di manzo tagliato a pezzettini che cuocerete nell’apposito fornello da fonduta in cui avrete scaldato al punto giusto e a fuoco lento, ottimo olio d’oliva. E per chiudere, un piccolo segreto per evitare che l’olio bollente schizzi: aggiungete nel pentolino un pezzetto di pane senza scorza.

Foto | Flickr, Martin Solveig su Fb

  • shares
  • Mail