Festival di Sanremo 2012: in alto i calici alla salute dei cantanti /1 - Dolcenera, Bersani, Noemi, Renga


Se siete sopravvissuti alla serata di ieri, che tanto facile non deve esser stata a quanto raccontano i colleghi delle altre testate, e volete replicare la visione stasera, non foss'altro per scoprire chi saranno i ben quattro eliminati (sempre se il voto funzionerà), vi propongo di accompagnare i finger e le ricette che già vi abbiamo consigliato di preparare con i vini e le birre che ho scelto per voi abbinati a quattro cantanti.

Dolcenera. La salentina dall'ex look dark, trasformata in corso carriera in bambolina vintage, si è presentata sul palco dell'Aristona con un look a metà tra disco anni '80 e futuro non meglio identificato, proponendo una canzone carina e da riascoltare. A lei, dalle diverse sfaccettature, non posso che naturalmente abbinare un Negroamaro salentino. E non solo per la sua origine, ma proprio per la corrispondenza del vitigno alla cantante: vino versatile, capace di presentarsi sia in versioni dure e spigolose, sia in versione sofisticate ed eleganti, per non dire delle originalissime produzioni in purezza di rosato. Per la Dolcenera 2012, propongo il brindisi con Teresa Manara Negroamaro di Cantele.

Samuele Bersani. Ho sempre adorato Bersani e le sue canzoni, il suo cantare strano, il suo non-cantare ma quasi parlare, i suoi argomenti... "ma boh". Pensavo di abbinargli un vino dolce, considerando il look vintage, ma riascoltando la canzone stamani, e pensando alle sue origini di Rimini - città che tra qualche giorno ospiterà Selezione Birra - mi vien proprio voglia di abbinargli una birra artigianale che si ispira a stili classici ma ci mette del "suo". Scelgo una triple (classicissimo e storico stile belga) a cui però viene aggiunto del mosto cotto, producendo una birra dall'intenso bouquet organolettico. Per Samuele Bersani l'abbinamento è la Brama di Birrificio Karma.

Noemi. Non devo nemmeno pensarci molto, a prescindere da canzone e stile della cantante, io se penso Noemi - e all'abbinamento capelli/abito di ieri sera - non posso che pensare ad un vino rosato dai riflessi intensi. Magari anche con bel corpo e consistenza, buona aromaticità, da bere fresco, con gli amici per l'aperitivo o per accompagnare un pranzo giovanile. In onore della donna Noemi, scelgo una cantina ecominded piena di donne: Giuliarosé biologico di Valentina Passalacqua.

Francesco Renga. Non riesce proprio a conquistarmi. Melodie solite, atteggiamento solito, parole solite. Dolce e niente di nuovo. Per lui l'abbinamento con un grande classico, appunto, del mondo della birra, che però non mi ha mai conquistato: Super di Baladin.

Infine, per le ospiti last minute, Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, versatevi un cicchetto di Lagavulin torbato e buttate giù tutto d'un sorso.

  • shares
  • Mail