Festival di Sanremo 2012: in alto i calici alla salute dei cantanti /2 - Carone e Dalla, Berté e D'Alessio, Fornaciari, Markene Kuntz


Continuiamo i nostri abbinamenti cantanti-beverage (puntate precedenti: i conduttori, i cantanti). E questa volta ci dedichiamo agli eliminati, facendo un brindisi per risollevar loro il morale.

Pierdavide Carone - Lucio Dalla. La canzone mi sa di stantia, non mi ha convinto nemmeno l'accoppiata. Eppure Dalla è un grande classico, a cui difficilmente possiamo dire di no. Per loro il brindisi è sicuramente con un grande classico dell'enologia italiana, che guai a criticare, e che nel bene o nel male dobbiamo assolutamente bere: il Barolo. Per Carone meglio scegliere un Barolo DOCG 2006 di Bartolo Mascarello, per Dalla e la sua straordinaria carriera sicuramente in alto un calice di Barolo Monfortino Riserva 2004 di Giacomo Conterno.

Loredana Bertè - Gigi D'Alessio. Coppia inedita e inaspettata che mai ci saremmo aspettati insieme. Canzone "ni", ma che le radio stanno abbondantemente passando in programmazione. Per loro, senza nessuna ombra di dubbi, una birra straniera che mi ha colpito e sopreso quanto l'accoppiata: la Raging Bitch Belgian-Style IPA di Flyng dog, una birra in stile IPA americano - amara, spigolosa, molto rock come la Bertè insomma - prodotta però con lievito belga - che dona alla birra aspetti organolettici dolci e mielosi come lo stile di Gigi.

Irene Fornaciari. Per lei il Grande mistero è in verità come diamine faccia ad essere nei big del Festival. Non è prettamente una gran purosangue, e quindi per lei facciamo un abbinamento sincero: scegliamo - ma quale etichetta decidetela voi - una rappresentazione del suo territorio di nascita: un bel Colline Lucchesi Sangiovese Doc, vino franco, gradevole, di buon corpo e capace di sostenere un classico pranzo toscano. Ma senza esagerare.

Marlene Kuntz. Meravigliosi e naturalmente esclusi dal Festival come sempre accade a questi gruppi. Per loro lo ha già detto Robo: c'è bisogno di birra. Quindi, se decidete di preparare la zuppa alla birra, non potete che abbinarci un bel bicchiere di questa affascinante bevanda. Se nella cottura del piatto avete scelto la blanche di Opus Grain, restate sullo stile e stappate una Pvk di L'Olmaia, se invece avete preferito la Triple di Extraomnes allora scegliete la Grand cru di Almond22.

  • shares
  • Mail