Sanremo 2012: se Rocco Papaleo fosse un piatto? Tarallucci ai semi di finocchio

taralli lucani
Non so perchè, ma il viso così gioviale e simpatico di Rocco Papaleo mi fa venire in mente l'abbinamento "tarallucci&vino". Cosa c'è di meglio, quindi, della ricetta dei tarallucci ai semi di finocchio, tipici di Lauria, paese d'origine della spalla di Gianni Morandi al Festival di Sanremo?

Papaleo Sanremo 2012Gli ingredienti sono: 200 grammi di farina 00, 50 grammi di semola rimacinata di grano duro, 70 grammi di vino bianco secco, 60 grammi di olio evo, 5 grammi di lievito di birra, semi di finocchio, 1 cucchiaino di sale.

Su una spianatoia disponete le due farine a fontana e mescolate coi semi di finocchio (una manciata va benissimo). Nel mezzo mettete l'olio ed il vino a temperatura ambiente, in cui avrete disciolto il sale. Cominciate a mescolare e poi aggiungete il lievito sbriciolato. Lavorate l'impasto finchè non otterrete una palla morbida ed omogenea. Lasciate lievitare per 30 minuti. Poi tirate l'impasto e ricavate dei rotolini spessi un dito, richiudendoli a mo' di tarallo. Disponeteli su una placca da forno unta d'olio e fate riposare per altri 30 minuti. Infornate a 190° C per 20 minuti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail