Nuove carte da parati pensate per le cucine rivoluzionano uno spazio spesso sottovalutato.

Non è necessario cambiare tutta la cucina per donarle un nuovo aspetto.

Come tutti noi sappiamo esiste per ognuno di noi uno spazio preferito dentro la nostra casa. Non è sempre e necessariamente l’ambiente più rappresentativo, ma è quell’angolo dove ci piace andare dopo una lunga giornata di lavoro o studio. Magari ci andiamo per riflettere, o per rilassarci o per riordinare le idee. Ognuno ha il suo. Per alcuni questo può essere il soggiorno con televisione e divano, dove riposare le nostre stanche membra guardandoci una bella serie televisiva, una partita o giocare al proprio videogioco preferito. Per altri magari è il giardino di casa, dove lasciare i pensieri alle spalle dedicandosi alle proprie piante e fiori. Altri ancora si rifugiano nel garage o in solaio dove dare sfogo alle proprie passioni di fai da te o agli hobbies più svariati. Per alcuni di noi, forse la maggioranza l’umile cucina rimane indubbiamente il fulcro della vita famigliare. È dopo tutto il locale dove la giornata comincia, nel trambusto della colazione e dei preparativi per la giornata. Si beve il primo caffè ristoratore, le merende per i bambini, due chiacchere e poi via. È sempre la cucina che riunisce la famiglia alla sera, per la cena, per le chiacchere su cosa si è fatto e vissuto. In cucina ci si ritrova quando si deve parlare di cose private, rilassarsi con una bevanda o prendersi uno snack. Vista la quantità di usi che vive nell’arco della giornata non deve stupire che ogni tanto ci si guardi intorno per realizzare che il lustro iniziale di quando è stata installata è andato via via perdendosi. Il desiderio naturale è quello di darle nuova vita magari sostituendola interamente ma questo si scontra con il costo sostanziale a cui si andrebbe incontro. Stiamo parlando infatti di migliaia se non decine di migliaia di euro, con trambusto, polvere ed operai in casa per giorni e giorni. Questo non è indubbiamente cosa per tutti. Va inoltre detto che le cucine moderne sono estremamente funzionali e belle, ma a volte possono risultare un tantino sterili, tutte uguali e minimaliste. Uno spazio deve avere un’identità, un tocco di personalità che definisca chi ci abita, sia che il mobilio sia nuovo, che già vissuto.

Esiste fortunatamente un’alternativa meno dispendiosa in termini economici e di tempo ma indubbiamente efficace per regalare un tocco di unicità ad un ambiente. La soluzione è decorarla con la carta da parati, uno strumento decorativo in grado di dare un tocco personalizzato ed unico ad ogni spazio. Basta sfogliare una rivista di interni per rendersi conto di come questo strumento decorativo sia tornato di gran moda, dato che la sua versatilità permette di aggiungere personalità a qualsiasi ambiente. Le rivoluzioni tecnologiche di questo millennio hanno poi permesso di utilizzare nuovi tessuti e rivestimenti che possono essere utilizzati anche in ambienti una volta impossibili come le cucine e i bagni.

carta parati

La carta da parati in cucina è infatti diventata una valida alternativa alle tradizionali piastrelle o alla pietra naturale per rivestire le pareti dietro agli spazi di lavoro o per evidenziare una parete spoglia con un modello di design che la trasformi in una specie di opera d’arte, capace di attrarre immediatamente l’attenzione di chi ci entra. Questa soluzione è spesso utilizzata nei paesi del nord Europa per dare un tocco di originalità e calore nei lunghi mesi invernali.

Quale modello scegliere per la propria cucina?

Se decidete per una carta da parati per cucine è essenziale optare per un modello adatto a questo scopo. Non tutte le carte da parati sono infatti adatte a questi spazi. È importante che queste siano in tessuto non tessuto e rivestite di uno strato vinilico che le renda impermeabili e pulibili con un panno inumidito. Dopotutto la cucina è il regno degli schizzi e vogliamo essere sicuri di poterli rimuovere con facilità.

carta parati cucina

Sia che decidiate per mobili nuovi o per mantenere quelli che già possedete, la prima cosa da fare è di valutare quale sia l’appropriata tavolozza di colori per le pareti in modo che ci sia armonia cromatica. Nelle cucine moderne spesso si sceglie di evidenziare una sola parete con la carta da parati, lasciando le altre pareti in un colore monocromatico. Questo è particolarmente importante se si sceglie un modello con motivi ad alto impatto visivo. Se invece preferite qualcosa di più sobrio, allora la scelta di cosa decorare può essere ampliata a due o più pareti. Ovviamente le caratteristiche fisiche della vostra cucina giocano un ruolo fondamentale. La scelta della carta da parati non ha molte limitazioni, ma è consigliabile identificare le caratteristiche della stanza da rivestire per poterla sfruttare al meglio e adattarla. È meglio infatti evitare di tappezzare pareti con finestre, rientranze o pareti arrotondate e optare per una parete libera dal disordine per dare pieno risalto al motivo che avete scelto.

Le moderne carte da parati progettate esclusivamente per le cucine sono in grado di resistere sia all’umidità che al calore; quindi, possono essere utilizzate anche vicino al piano cottura. Vanno però evitati agenti molto corrosivi e pulire con un panno insaponato e leggermente inumidito.

Riproduzione riservata © 2022 - GB

ultimo aggiornamento: 14-08-2022