I financier con la ricetta dalla petite patisserie française

Una base chiave della pasticceria d'oltralpe, con qualche consiglio per arricchirla e personalizzarla a piacere.



Come si suol dire a ragione, una buona base si offre ad innumerevoli interpretazioni e personalizzazioni, un punto di visto che ha già dato prova della sua validità anche in pasticceria. E' stato i caso dei macarons e degli éclairs, e lo è ancora per i financier, delicatissimi pasticcini che assomigliano a piccoli plum cake un po' bassotti, che accompagnano a meraviglia té e caffé e appaiono spesso nella composizione dei café gourmand parigini. Eccovi dosi e indicazioni della preparazione nature, e chissà che, con un pizzico di volontà e creatività, non riusciate ad elaborare una versione tutta vostra, anche estiva a base di frutti rossi, pesche o albicocche. Provare per credere.

Ingredienti: 80 g di polvere di mandorle, 200 g di burro, 6 albumi freschissimi, 80 g di farina, 200 g di zucchero a velo, 1 pizzico di sale.
Preparazione. Preriscaldare il forno a 200°, imburrare gli stampi adatti, o in sostituzione quelli da muffin, che daranno delle allegre versioni rotonde, ma potrebbero risultare più difficili da staccare, far fondere il burro e lasciarlo raffreddare. Setacciare la farina insieme alle altre polveri (mandorle e zucchero) unendo anche il sale. Incorporare uno ad uno gli albumi, girando bene e terminando l'impasto con l'amalgama accurata e progressiva del burro. Versare negli stampi, decorare a piacere con mandorle sfilettate e granella di zucchero, abbassare la temperatura a 180° e infornare per 15 minuti. Sformare i dolcetti ancora caldi e lasciarli raffreddare.

Foto by bloggyboulga da flickr.com/photos/88183497@N00

Via | gateau.com/financier-nature

  • shares
  • Mail