Le polpette alla milanese, ecco la ricetta dei mondeghili

Che cosa si cela dietro il misterioso termine mondeghili? Continuate a leggere per scoprire una delle preparazioni più gustose della cucina lombarda

Le polpette alla milanese, ecco la ricetta dei mondeghili

Non si finisce mai di imparare, anche in cucina. Ed un bel giorno scopri che quelle che comunemente vengono intese come polpette in tutta Italia, a Milano vengano invece chiamate "mondeghili", termine di importazione spagnola, conseguenza della relativa dominazione, proveniente dalla parola "albondiga", che tutt'oggi in spagnolo indica la polpetta.

La ricetta delle polpette alla milanese è piuttosto comune nonostante il fatto che l'impasto, a base di carne di manzo o di altro genere, di solito avanzata dall'arrosto o dal bollito, venga arricchito con salsiccia, e salame o mortadella di fegato, che conferiscono al piatto un sapore più deciso. Altro tratto distintivo, che accomuna i mondeghili ad un'altra preparazione tipica della cucina lombarda (ovvero l'inimitabile cotoletta) è la cottura nel burro. Ecco la ricetta.


Ingredienti

300 gr di avanzi di carne lessa o arrosto
100 gr di salsiccia
50 gr di salame o mortadella di fegato
1 panino bianco raffermo
latte qb
1 scalogno
50 gr di parmigiano
prezzemolo tritato
sale e pepe
pangrattato qb per la panatura
burro qb per la cottura

Procedimento

Mettere il panino a bagno nel latte e fare riposare una decina di minuti. Trascorso questo tempo strizzarlo e sbriciolarlo raccogliendolo in una ciotola. Affettare sottilmente lo scalogno ed unirlo alla mollica. Aggiungere quindi tutti gli altri ingredienti iniziando ad impastare bene per formare un composto omogeneo. Formare le polpette, creando delle palline della dimensione di una noce, e schiacciare leggermente. Passarle nel pangrattato e friggerle in abbondante burro caldo fin quando risultano cotte e dorate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail