La ricetta delle polpette alla napoletana facile da fare in casa

Piatto tipico della tradizione partenopea, le polpette alla napoletana sono pura poesia. Arricchite con pinoli ed uvetta vanno cotte nel sugo di pomodoro, per un risultato eccezionale

Le polpette alla napoletana. Come descriverle? Non ci sono parole o forse ce ne sono troppe. Come la maggior parte delle ricette partenopee anche queste non si smentiscono, portano in sè il sapore unico della tradizione, degli ingredienti tipici che da soli sono in grado di conferire un sapore unico. Si tratta di polpette al sugo, ma sarebbe riduttivo definirle tali.

Un impasto a base di carne di maiale e di manzo, arricchito con uvetta e pinoli che conferiscono al sapore nel suo complesso quel tocco di dolce che non guasta, e pochi altri ingredienti comuni da trovare in preparazioni di questo tipo. Ma non è finita quì. Dopo essere state fritte e scolate dell'olio in eccesso le polpette vanno fatte cuocere in una salsa a base di pomodori San Marzano (sostituibile in mancanza, con della passata di pomodoro fresca). Niente da aggiungere se non il consiglio di provarle grazie a questa ricetta facile da fare in casa. Ecco le polpette alla napoletana, ovvero "e purpette ca sarza". La ricetta proviene da quì.


Ingredienti


300 gr di polpa di manzo macinata
300 gr di polpa di maiale macinata
150 gr di mollica di pane raffermo ammollata nel latte e strizzata
2 uova
2-3 cucchiai di pinoli
2-3 cucchiai di uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
pangrattato se necessario
2 spicchi d'aglio
prezzemolo tritato qb
farina qb
olio d'arachidi per friggere
1 pizzico di sale

Per la salsa
1 kg di pomodori San Marzano
1 spicchio d'aglio
basilico fresco qb
olio extra vergine di oliva
1 pizzico di sale


Procedimento

Versare insieme in una ciotola la polpa di manzo e quella di maiale. Unire le uova, lo spicchio d'aglio tritato, il parmigiano grattugiato, la mollica di pane precedentemente ammollata nel latte e strizzata, il prezzemolo tritato ed il sale. Iniziare ad impastare e proseguire fino a quando si ottiene un composto omogeneo. Adesso prelevare una quantità di composto tale da poter formare una polpetta, distribuirlo appiattendolo sulla mano e mettere al centro dei pinoli e dell'uvetta strizzata. Chiudere bene e creare le polpette. Passarle nella farina e friggerle in una padella capiente in olio di arachidi ben caldo. Man mano che vengono cotte e dorate prelevarle e posizionarle su un piatto rivestito con carta assorbente da cucina. Conservarle al caldo. Adesso preparare la salsa di pomodoro. Versare in una pentola l'olio e fare imbiondire l'aglio senza farlo bruciare. Unire quindi i pomodori precedentemente scottati in acqua bollente e passati al passaverdure e portare a bollore regolando di sale. A questo punto abbassare la fiamma ed unire le polpette. Proseguire la cottura per mezz'ora abbondante. Il sugo dovrà addensarsi a dovere. A fine cottura unire il basilico e servire.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail