Ecco il tabulè di verdure con la ricetta originale

Un'insalata estiva è proprio quello che ci vuole per un pranzo leggero ma sfizioso. Che ne dite del tabulè di verdure? Piatto colorato e profumato, adatto ad un pasto sano ed appagante

Ecco il tabulè di verdure con la ricetta originale

Nel variegato mondo delle ricette estive ce n'è una che abbiamo ormai preso in prestito dalla tradizione libanese facendola quasi nostra, ovvero il tabulè. Si tratta di una insalata ricca e colorata a base di bulghur, o più comunemente di cous cous, ed arricchita per l'occasione con una serie di verdure di stagione che la rendono ancora più sfiziosa.

Il tabulè di verdure si può preparare a piacere con tutti gli ortaggi desiderati, in questo caso pomodori, zucchine, melanzane, peperoni e tanto prezzemolo, come vuole la tradizione, che lo rendono un piatto profumato e particolarmente adatto alla stagione. Il tabulè si prepara con successo anche il giorno prima e va conservato rigorosamente in frigo. Ecco come prepararlo con la ricetta tradizionale.


Ingredienti

300 gr di cous cous
1 peperone rosso
1 melanzana
1 zucchina
2 pomodori
olio extra vergine di oliva
succo e scorza di un limone
prezzemolo
sale e pepe

Procedimento

Lavare gli ortaggi. Tagliare in due i peperoni, eliminare i semi ed i filamenti interni e tagliare a pezzetti. Spuntare le zucchine e tagliarle a dadini. Pulire le melanzane e tagliare anche queste a pezzi piccoli così come i pomodori. Lavare il prezzemolo ed affettarlo sottilmente. In una padella capiente versare dell'olio insieme ad uno spicchio di aglio. Una volta ben rosolato unire peperone, melanzana e zucchina e portare a cottura. salare e pepare. Portare a bollore 350 ml circa di acqua insieme al sale e ad un cucchiaino di olio. Una volta ben calda versarla sul cous cous che avrete disposto in una ciotola e fare riposare 10 minuti circa. Adesso sgranarlo, condirlo con le verdure cotte, i pomodori, il prezzemolo, del succo di limone, il sale ed un pizzico di pepe. Mescolare bene e conservare in frigo per almeno un paio di ore.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail