Pasqua 2012: la ‘rivisitiamo’ in 12 ricette


Ci piacciono proprio certi slogan pubblicitari della tv, che ti penetrano in testa senza accorgertene per ‘ricicciare’ fuori al momento più (o meno) opportuno: e allora, anche se lo si diceva del Natale, vi avverto: “La Pasqua quando arriva, arriva”. E allora meglio essere pronti, soprattutto a tavola. Se siete stanchi della ‘solita minestra’ (altro esempio di saggezza popolare) seguiteci nella nostra guida a una Pasqua, per così dire, rivisitata.

Dicevamo l’altra volta che l’agnello non può mancare per il pranzo domenicale, ma nulla ci vieta di cucinarlo in maniera diversa, ad esempio stufato con verdure, oppure, lasciatevi pure prendere per la gola, offrire costolette panate cotte in forno. Invece, se voleste osare ancora, optate per una qualunque ricetta mediorientale: in certi Paesi, come sapete, l’agnello abbonda.

Altro elemento imprescindibile sono le uova? E allora noi le riempiamo di ricotta, le dotiamo di ‘sorprese’, oppure le sostituiamo con biscotti a forma d’uovo. Ma se avete bimbi che non gradiscono sperimentazioni eccessive, potete cimentarvi nel decorare in casa le classiche uova di cioccolato, oppure le tradizionali colombe.

Tra i prodotti di stagione e quelli che tipicamente si consumano a Pasqua, ci sono i carciofi, che possono diventare l’impasto per deliziose crocchette al curry, oppure il salame, che invece di essere mangiato a fette può trasformarsi nel goloso ingrediente di un’insalata a base di patate.

Interessante da provare anche questo anello intrecciato pasquale, giusto compromesso tra innovazione e tradizione, mentre a quelli di voi che sono più spiritosi e non disdegnano lo humor dissacrante, propongo il coniglietto zombie. Ultimo consiglio: dovete fare regali anche a Pasqua? Preparate un cesto: come farlo lo imparate qui.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail