Salumi: la coppa piacentina DOP

coppa piacenza DOPPiacenza uguale coppa, dicono i miei amici piacentini. Io aggiungerei anche: Emilia Romagna uguale salumi, in generale. E' da quando vivo in queste zone che ho imparato a degustare in maniera più approfondita i salumi del posto e la coppa piacentina è uno tra i miei preferiti.

Viene ricavata dai muscoli del collo dei suini (pensate che da ogni maiale, si ottengono solo 2 coppe!). Le zone d'origine degli animali può essere l'Emilia Romagna o la Lombardia, mentre la zona di produzione, per avere la certificazione DOP, deve essere obbligatoriamente il territorio della provincia di Piacenza. Ciascun pezzo, al termine della lavorazione, viene numerato progressivamente, per la rintracciabilità.

Il grasso che la contraddistingue è detto "marezzatura" ed è qui che si concentrano tutte le spezie usate nella salagione, ovvero la prima fase della lavorazione: pepe, chiodi di garofano, cannella. In genere viene servita come antipasto e va accompagnata con un vino bianco, giovane e frizzante.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail