Vitigni & Vini: L'Oseleta

vitigni&vini: l'oseletaI primi cenni riguardanti diverse varietà di un'uva denominata Oselina risalgono al 1880. Successivamente l' Oseleta, viene recuperata nel veronese, all’inizio degli anni ‘70, quindi viene descritta e valutata dal punto di vista viticolo ed enologico. Il suo vino viene definito “complessivamente molto interessante per il colore, il corpo, la vivacità”.

Recuperata e riscoperta la Oseleta, comincia ad essere utilizzata in uvaggio per la produzione del vino Valpolicella, del Recioto e dell’Amarone, per le caratteristiche enologiche: per la buona idoneità all’appassimento e per le basse rese che consentono di rientrare nei parametri del disciplinare.

Qui vi propongo un'Oseleta in purezza dell'azienda Zýmē che ho assaggiato al Vinitaly. Il vino è strutturato e speziato, un rosso corposo da abbinare a qualche pietanza sostanziosa, anche per fronteggiare il grado alcolico. Il tannino è ben presente ed al naso risulta abbastanza complesso. Il prezzo non è dei più accessibili, dovrebbe infatti trovarsi a scaffale intorno ai € 35,00.

  • shares
  • Mail