Ecco la ricetta del pollo al vino di The way back

Quando il cibo ha il sapore della libertà… anche solo con la fantasia! Così gli evasi di un gulag siberiano sconfiggono la fame: immaginando un bel pollo al vino in questo meraviglioso film di Peter Weir.

Siberia, 1941. In uno dei tanti campi di lavoro del regime staliniano si trovano uno accanto all’altro gli individui più disparati: c’è il soldato Janusz, l’attore Khabarov, il criminale Valka e l’americano Smith. Decisi a morire – se proprio devono – da uomini liberi, i protagonisti di "The Way back" riescono a evadere e in un’epica fuga che si rivelerà molto più lunga del previsto quando scopriranno che la Mongolia è stata occupata dai comunisti, arriveranno un anno dopo, stremati e decimati da freddo, poi caldo e fatica, in Tibet e infine in India. Ma Janusz riuscirà a tornare nella sua Polonia solo dopo il crollo dell’Urss, nel 1991. Nella fuga verso la libertà vivono di stenti e mangiano quel che trovano: da pesce ai serpenti, ma vagheggiare di un bel pollo cotto nel vino può soddisfare almeno l’immaginazione… e ridonare il buonumore.

Ingredienti


  • 1 pollo da 1.5 kg già pulito
  • 60 g di burro
  • 4 cipolline fresche
  • 115 g di pancetta affumicata
  • 2 foglie d’alloro
  • 1 mazzetto d’artemisia
  • 4 cucchiai di sherry dolce
  • 115 g di funghi champignon
  • 3 dl di vino bianco secco
  • sale e pepe q.b.
  • Procedimento


    Fate rosolare le cipolline affettate nel burro per poco più di un minuto, poi unite la pancetta a striscioline, l’alloro e l’artemisia. Aggiungete dopo un minuto anche il pollo, bagnatelo con lo sherry e fatelo andare coperto per 15 minuti, poi unite i funghi e irrorate con il vino (meglio se di qualità russa o ungherese). Fate andare un’ora, poi spruzzate il pollo con il fondo di cottura e cuocete un’altra mezz’ora finché non sarà del tutto evaporato. Eliminate la schiuma dal fondo di cottura, aggiustate di sale e di pepe e servite con foglie d’artemisia e d’alloro. Servite accompagnato da riso bollito.

    Foto | Flickr

    • shares
    • Mail