Le sarde a beccafico con la ricetta di Cotto e Mangiato

Ecco come si prepara un secondo tipico ed inimitabile della cucina siciliana: le sarde a beccafico con la ricetta di Cotto e Mangiato

sarde a beccafico

Le sarde a beccafico, le conoscerete già, rappresentano un piatto tipico della cucina siciliana. Si tratta di un secondo a base di pesce unico nel suo genere. Così come avviene per quanto riguarda la pasta con le sarde, anche quì troviamo ad accompagnare il pesce sia l'uvetta che i pinoli, che, amalgamandosi perfettamente in un mix di ingredienti saporiti, danno vita ad una pietanza particolarmente sfiziosa.

Semplici da preparare, con qualche piccola differenza tra provincia e provincia, vi propongo la ricetta di questo piatto di origine popolare, spesso presente anche all'interno dei mercati rionali, proveniente dalla trasmissione Cotto e Mangiato, semplice e veloce.

Ingredienti

sarde
1 manciata di pinoli
1 manciata di uvetta
3 cucchiai di pane grattugiato
1 cucchiaio di pasta di acciughe
olio extra vergine di oliva
sale
2 cucchiai di parmigiano
foglie di alloro qb

Preparazione


Versare un goccio d'olio in una padella antiaderente e tostare il pangrattato unendo la pasta di acciughe, un goccio di acqua, l'uvetta, i pinoli ed il prezzemolo. Una volta scurito il composto allontanare dalla fiamma ed unire il parmigiano. Adesso disporre le sarde aperte sul piano di lavoro, passarle nel composto di pangrattato e arrotolarle, quindi disporle in una pirofila unta di olio, tenendole separate dalla foglie di alloro. Cuocere in forno a 180°C per circa 15 minuti. Gustare ben calde.

Foto | franzconde

  • shares
  • +1
  • Mail