Come riscaldare le patatine fritte

Patatine fritte avanzate? Ecco come riscaldarle al meglio per mangiarle come appena fatte

Come riscaldare le patatine fritte

Come riscaldare le patatine fritte? Ne avete cotte in abbondanza e sono avanzate ma non volete sprecarle? Per la serie "non si butta via niente", potete sempre riscaldare le patatine già fritte avanzate nel microonde o in padella. Basta seguire alcuni piccoli accorgimenti per andare sul sicuro. Le patatine fritte rappresentano uno degli junk food per eccellenza. Se fatte in casa sono sicuramente più sane, oltre che uno sfizio da concedersi una volta ogni tanto e con il quale fare felici i più piccoli.

Come riscaldare le patatine fritte nel microonde

In realtà, il metodo di riscaldamento nel forno a microonde non risulta poi così tanto indicato per le patatine fritte in quanto il calore viene sprigionato prima all'interno, e solo dopo all'esterno. Ciò comporta che, alla fine della cottura, le patatine risultano molli e la crosta esterna morbida e non croccante come dovrebbe. Si potrebbe ovviare facendo scaldare il fritto al forno, ma anche qui, si corre il rischio di seccare troppo le patate. L'alternativa, non storcete il naso, sarebbe quella di friggerle nuovamente, anche se per pochi minuti.

Come riscaldare le patatine fritte in padella



Ed ecco, infatti, che riscaldare le patatine fritte in padella può risultare la scelta più azzeccata. Vi basterà versare dell'olio di semi (non lesinate) in una padella capiente e, una volta ben caldo, versarvi le patate, che andranno scaldate per 3-4 minuti. L'olio caldo contribuirà a far tornare più o meno croccante la crosticina delle patatine fritte che, diciamocelo, è il loro punto forte. La stessa modalità si può usare per riscaldare le cotolette fritte o il fritto misto.

Come conservare le patatine fritte

Utile, a questo proposito, può risultare sapere come conservare le patatine fritte. Sarebbe bene innanzitutto asciugarle dell'unto in eccesso tamponandole con della carta assorbente da cucina, quindi trasferirle in un contenitore a chiusura ermetica. In realtà, non esiste un metodo per conservare le patatine fritte che ne preservi la fragranza, ecco perché si consiglia, se possibile, di cuocere quelle che effettivamente si consumeranno e di mangiarle sul momento.

Photo | iStock

  • shares
  • Mail