Le coste di bietola fritta, la ricetta per pastella e frittura

Ecco un'altra ricetta ideale per cucinare le coste delle biete, fin troppo spesso snobbate in cucina

Preparare le coste di bietola fritta rappresenta un'ottima soluzione per recuperare i gambi delle coste, dopo averne cucinato le foglie, spesso sottovalutati. Basterebbe ingegnarsi un momento per rendersi conto di quante pietanze gustose possano venire realizzate a partire dalle coste di bieta, pensate ad esempio a questa parmigiana. Oggi, invece, ve le suggerisco questa veste, probabilmente più sfiziosa.

Le coste di bietola fritta, la ricetta per pastella e frittura
Prepararle è piuttosto semplice, di seguito trovate la ricetta per pastella e frittura infallibili, per un risultato perfetto sotto tutti i punti di vista. Un'altra pietanza che vi consiglio a riguardo è quella che le vede gratinate in forno con la besciamella, per un contorno ricco e gustoso.

Ingredienti

600 di coste di bietola
200 gr farina 00
acqua qb
50 ml di birra
olio d'oliva per la frittura
sale e pepe

Preparazione

Mondare e lavare le coste di bietola quindi metterle a sbollentare in acqua bollente salata per qualche minuto. Adesso scolarle e asciugarle. Tagliarle a pezzi della stessa lunghezza quindi tenerle da parte. Adesso in una ciotola preparare la pastella: versare la farina ed unire tanta acqua quanto basta per ottenere un composto molto denso, quindi diluirlo con la birra e regolare di sale e pepe. Passare le coste all'interno quindi metterle a friggere in una padella in abbondante olio caldo, fino a completa doratura. Scolare su carta assorbente e servire.t

Foto | lablascovegmenù

  • shares
  • Mail