La ricetta delle lingue di gatto al caffè per guarnire i dolci

Piccole, sottili e aromatiche: le lingue di gatto al caffè rendono ogni dolce un capolavoro

Le lingue di gatto sono dei biscotti tipici del Piemonte, ma ormai sono diventati talmente famosi da essere preparati in tutta Italia. Il loro nome, ovviamente si deve alla forma e il loro impiego tipico è nella variegata pasticceria da tè, ma noi oggi le prepariamo aromatizzate al caffè e un po’ più piccole del normale, in modo che le possiate utilizzare per guarnire torte o completare coppe di crema al cioccolato o al mascarpone, oppure gelati. Se, poi, ne unite due con della nutella o della confettura di arance, saranno un dolce perfetto per il dopo pasto.

linguegattocaffe

Ingredienti



    120 g di farina
    120 g di burro
    100 g di zucchero a velo
    4 albumi d’uovo
    1 bustina di vanillina
    2-3 cucchiai di caffè in polvere

Preparazione


In una terrina lavorate con un cucchiaio di legno il burro morbido con lo zucchero a velo fino a ottenere un composto spumoso, poi incorporate poco alla volta un etto di farina setacciata con la vanillina e il caffè e alla fine gli albumi montati a neve ferma.

Mettete l’impasto in un a tasca da pasticcere a bocchetta liscia e adagiate sulla placca da forno foderata dei bastoncini di circa 3 cm (la metà delle lingue di gatto che preparereste per mangiarle così e non per guarnizione).

Infornate a 200° per 8 minuti circa fino a che si coloriranno sui bordi, poi sfornate e lasciate freddare prima di utilizzarle per le vostre torte o i vostri dessert al cucchiaio.

Foto | Flavia Conidi

  • shares
  • Mail