Il cappone ripieno di Natale con la ricetta della tradizione

Non è Natale senza il cappone ripieno a tavola

Servire per il pranzo di Natale il cappone ripieno come secondo piatto è qualcosa di più di una tradizione, è quasi un dovere, ma soprattutto un piacere del palato. Se, infatti, come me, preferite il salato al dolce, sono proprio questi i momenti del Natale che apprezzerete di più, alla faccia delle mille fette di pandoro o panettone (che pure ci vogliono) o dei tanti pezzi di torrone e di croccante alle nocciole da sgranocchiare tra una tombola e un sette e mezzo. Ovviamente, per la buona riuscita del piatto, attenzione a che carne comperate!

capponeripienonatale

Ingredienti



    1 cappone da 1.5 kg già pulito
    200 g di salsiccia luganega spellata
    200 g di prugne secche denocciolate
    200 g di pancetta tesa a fettine sottili
    200 g di pane raffermo
    ½ costa di sedano
    1 cipolla piccola
    0.5 dl di latte
    5 dl di brodo di pollo
    3 rametti di timo
    1 rametto di salvia
    sale e pepe nero in grani

Preparazione


Fiammeggiate

il cappone per eliminare eventuali residui, salatelo e pepatelo all’esterno e all’interno e mettetelo da parte.

Intanto preparate il ripieno: unite in una ciotola la luganega a 100 g di prugne a pezzetti, la cipolla e il sedano sbucciati e tritati, quindi aggiungete il pane ammollato nel latte per 10 minuti e strizzato.

Farcite il cappone con questo ripieno, e per evitare che fuoriesca durante la cottura, legatelo con dello spago da cucina, oppure avvolgetelo stretto nelle fette di pancetta, disponetelo nella teglia e irroratelo con il brodo, quindi circondatelo con le prugne secche rimaste e i rametti di timo e salvia tutt’attorno.

Cuocete il cappone farcito in forno a 180° per un’ora e mezzo circa bagnandolo di tanto in tanto con il liquido di cottura per mantenerlo morbido, poi sfornate e servite, decorando con le prugne secche cotte.

Foto | Javier Lastras

  • shares
  • Mail