Bambini e formaggi erborinati: quando e come usarli

Dai formaggi italiani agli stranieri: ecco una pappa ‘diversa’

a:2:{s:5:"pages";a:4:{i:1;s:0:"";i:2;s:31:"Involtini bresaola e gorgonzola";i:3;s:23:"Pasta zucca e roquefort";i:4;s:29:"Spiedini di taleggio e papaya";}s:7:"content";a:4:{i:1;s:1929:"

I formaggi erborinati sono quelli che, in pratica, hanno sviluppato al loro interno muffe all’interno della loro pasta. Forse non tutti sanno che nacquero per sbaglio nel Medioevo, poi il loro gusto piacque talmente tanto in Francia – il Paese re di questo tipo di prodotti – che si mise a punto una lavorazione casearia ad hoc per produrre formaggi con muffe che fossero buoni e soprattutto non nuocessero alla salute.

bambinierborinati

Si è molto dibattuto in passato se, quando e soprattutto quanto i bambini possano assaggiare questi formaggi e come al solito sentirete i pareri più diversi, ma a regnare deve essere il buonsenso: io, ad esempio, mi preoccuperei più del loro alto contenuto calorico (sono tra i formaggi più grassi, ahimé) che della presenza di muffe controllate, ma se proprio siete ansiosi, allora vi suggeriamo di aspettare almeno i 2 anni del bambino, di non eccedere nelle quantità e magari di non farglieli consumare a crudo.

L’erborinato più usato in Italia – lo sanno tutti – è il gorgonzola, che prende il nome dall’omonima cittadina lombarda, ma non sono da sottovalutare neppure il taleggio e lo strachitunt, prodotti nella stessa valle, né il castelmagno. All’estero, poi, ne troviamo di buonissimi: come abbiamo detto, la Francia è uno dei principali produttori di erborinati, che sforna ogni anno forme e forme di camembert e roquefort, ma illustri esponenti di questa famiglia se ne trovano anche nel mondo anglosassone, come il blue cheese e lo stilton.

";i:2;s:1366:"

Involtini bresaola e gorgonzola


Involtini bresaola e gorgonzola

Ingredienti



    200 g di bresaola a fettine
    60 g di gorgonzola
    60 g di burro
    1 mazzetto di prezzemolo
    pepe q.b.

Preparazione


Mondate il prezzemolo e tritatelo finemente mentre togliete la crosta dal gorgonzola e lo tagliate a pezzetti. Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, quindi unite i pezzi di formaggio e lavorate il tutto a lungo con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto omogeneo, quindi aggiungete anche il prezzemolo e il pepe.

Stendete su ogni fetta di bresaola una cucchiaiata di composto, arrotolate su se stessa formando gli involtini che servirete su un letto di lattuga fresca. E spolverati con una macinata fresca di pepe.

Un consiglio: per ottenere una farcia più cremosa potete usare il gorgonzola dolce o addirittura quello al mascarpone – in genere più gradito ai bambini – ma se preferite un sapore più asciutto e piccante, va bene anche l’erborinato.

";i:3;s:1031:"

Pasta zucca e roquefort


Pasta zucca e roquefort

Ingredienti



    350 g di penne lisce
    200 g di zucca gialla
    ½ cipolla
    50 g di roquefort

Preparazione


Lavate e sbucciate la zucca, quindi riducetela a pezzettini mentre tritate bene la cipolla e la fate appassire nell’olio. Quando sarà ben rosolata, unite la zucca a pezzetti e fate andare fino a che non sarà cotta e praticamente sfaldata, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

Intanto lessate per bene la pasta al dente, quindi ripassatela in un ampia padella in cui avrete sistemato la salsa di zucca e cipolla, completando con cubetti di roquefort fino a che non sarà completamente sciolto.

";i:4;s:2844:"

Spiedini di taleggio e papaya


Spiedini taleggio e papaya

Ingredienti



    400 g di taleggio
    80 g di farina
    8 fettine di pancetta tesa affumicata
    1 papaya
    2 uova
    50 g di pangrattato
    2 cucchiai di zucchero
    olio di semi q.b.

Preparazione


Mentre lavate e sbucciate la papaya, tagliate anche a metà le fettine di pancetta facendole rosolare in una padella senza aggiunta di altri grassi.

Preparate davanti a voi tre ciotole per l’impanatura: in una ponete la farina, in un’altra le uova battute, nell’ultima il pangrattato, poi procedendo in ordine panate dei pezzetti di taleggio che friggerete nell’olio finché saranno ben dorati.

A questo punto componete gli spiedini alternando un pezzetto di papaya avvolta nella pancetta a un pezzetto di formaggio panato.

Foto | Rowena
Foto | Chris Waits

Foto | sara
Foto | Beer Meets Cheese

Bambini e formaggi erborinati: quando e come usarli

";}}

  • shares
  • Mail