Taralli di Pasqua dolci pugliesi: la ricetta tradizionale

Una preparazione pugliese della tradizione pasquale: perché non portare in tavola i taralli di Pasqua dolci?

Taralli di Pasqua dolci pugliesi: la ricetta tradizionale Tra le ricette pasquali della tradizione, c'è anche quella dei taralli di Pasqua dolci: in Puglia si usa farli ogni anno in vista della ricorrenza.

Si tratta di dolci di origine povera ma particolarmente golosi: vengono infatti ricoperti dal naspro, una sorta di glassa deliziosa e loro tratto distintivo.

I taralli pugliesi mettono sempre tutti d'accordo, ed anche la loro versione dolce non è da meno: senza, non sarebbe veramente Pasqua. Seguendo la ricetta originale che trovate di seguito otterrete dei taralli dolci glassati come quelli di pasticceria: risultato garantito!

Quest'anno regalate ad amici e parenti qualcosa di unico: preparate per loro i taralli pasquali nasprati morbidi, ma procuratevi l'ammoniaca per dolci, nel rispetto della tradizione.

Ingredienti



    500 gr di farina 00
    3 uova
    100 g di zucchero
    50 ml di olio extravergine di oliva
    5 g di ammoniaca per dolci
    1 bustina di vanillina
    15 ml di liquore (rum o anice)
    acqua e olio per la cottura

Per la glassa


    250 g di zucchero semolato
    50 ml di acqua
    3 gocce di succo di limone

Preparazione



Setacciate in una ciotola capiente la farina 00. Create una fontana e versate al suo centro le uova, il sale, l'olio, la vaniglia, il liquore e l'ammoniaca. Mescolate per bene, quindi impastate a lungo e fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Create una palla e fatela riposare, coperta da un canovaccio, per 20 minuti. Adesso prelevate dall'impasto delle piccole porzioni e date loro la forma classica dei taralli.

In una pentola capiente, portate ad ebollizione dell'acqua, quindi immergetevi i taralli e, una volta saliti a galla, scolateli e poneteli su un piano di lavoro pulito ricoperto da un panno. A questo punto fate riposare i taralli per l'intera notte coperti da una coperta. Il giorno successivo, trasferiteli su una placca unta di olio e cosparsa di farina. Fateli cuocere a 180°C per circa 10 minuti: dovranno appena dorarsi.

Nel frattempo preparate il cileppo o naspro: versate in una pentola l'acqua e lo zucchero, mescolate e trasferite sulla fiamma. Fate cuocere fino a quando il composto inizia ad attaccarsi sul fondo. Allontanate dalla fiamma, unite il succo di limone e montate per qualche minuto con le fruste elettriche. Immergete i taralli nel composto ottenuto, quindi prelevateli e metteteli ad asciugare su carta forno per almeno un giorno.

Photo | iStock

  • shares
  • Mail