Wurstel bolliti, la ricetta e il tempo di cottura preciso

Wurstel bolliti, la ricetta e il tempo di cottura preciso

I wurstel sono le tipiche salsicce tedesche. Possono essere di vari tipi e dimensioni: grandi, piccoli, bianchi, con pasta fine o grossolana, ambrati, artigianali, industriali, affumicati, ripieni.

Naturalmente ogni tipo di wurstel ha una preparazione diversa e si mangia con accompagnamenti diversi. I wurstel, infatti, possono essere mangiati sia crudi (specialmente quelli piccoli da cocktail) che cotti. La cottura può essere arrosto, allo spiedo, alla griglia o bolliti. Soffermiamoci su come fare i wurstel bolliti.

Wurstel bolliti, la ricetta e il tempo di cottura preciso

Tenendo ben presente, come dicevamo, la varietà di dimensioni e ingredienti, tre sono i modi principali per bollire i wurstel:


  1. immergerli in acqua fredda, accendere il fuoco e non appena inizia il bollore toglierli e servirli con cruati e patate oppure come accompagnamento alle insalate di riso;

  2. tuffarli in acqua bollente per cinque minuti quindi scolarli e servirli, accompagnandoli al piatto preferito;

  3. tuffarli in una pentola d'acqua molto calda, spegnere il fuoco e lasciarli raffreddare delicatamente nell'acqua in attesa di essere serviti (questo è il metodo usato dai venditori ambulanti in quasi tutto il mondo).

In ogni caso c'è un passaggio fondamentale da fare prima di cuocere i wurstel: bucherellarli (con i rebbi di una forchetta se il wurstel è grosso, altrimenti con uno stuzzicadenti). In questo modo, infatti, la cottura sarà più omogenea.

Foto | adactio - jimynu

  • shares
  • Mail