Tutti amiamo la frittura napoletana, ma sappiamo veramente in che cosa consiste la ricetta di questa prelibatezza che ci arriva da una zona ricca di piatti celebri e rinomati in tutto il mondo? Dalla Campania arrivano ricette gustosissime che tutto il mondo ci invidia, proprio come la frittura napoletana. Scopriamo cosa comprende e come si prepara.

Per un fritto all’altezza della tradizione napoletana: la pastella in acqua tiepida e farina non devono avere grumi. La temperatura dell’olio non deve essere troppo alta, bisogna fare la prova dell’acqua. Per fare un buon fritto l’olio non deve essere nero, troppo caldo: per raffreddarlo buttare dentro qualcosa a cuocere, non deve mai essere lasciato vuoto.

Il cuoppo è un foglio bianco dove mettere il fritto, salare il prodotto al momento: un lato deve essere a punta e il pacchetto deve essere avvolto, così il fritto è pronto per essere mangiato per strada con le mani.

Ricetta delle crocché di patate

Tipiche della cucina napoletana e siciliana, sono composte da patate e uova. La frittura avviene con pangrattato, mentre le patate devono essere schiacciate con la forchetta. A Palermo si usa invece il latte non le uove e si aggiungonod elle foglie di menta. A Napoli prendono anche il nome di panzarotti, a Palermo di cazzilli. Si possono realizzare anche con la purea di patate e questa versione in Piemonte si chiama Subric.

Ricetta delle paste cresciute

Le paste cresciute o paste crisciute sono un prodotto tipico della friggitoria napoletana, dette anche zeppole, ma da non confondersi con quelle dolci. Si tratta di frittelle salate a forma di sfera con pastella di farina, acqua e lievito naturale. La frittura avviene in olio bollente. Una variante propone l’introduzione di alghe di mare a pezzi, solitamente serviti nei ristoranti più prestigiosi di Napoli. Si possono aggiungere anche acciughe salate o cicenielli.

Ricetta degli sciurilli

Gli sciurilli sono dei fiori di zucchine passati nella classica pastella napoletana e fritti in abboondante olio bollente e poi salati. Si usano i fiori di zucchine, la ricotta, le uova, la farina, il sale e il pepe e vanno rigorosamente cotti in olio bollenti e serviti caldi e dorati.

Ricette delle zeppole di San Giuseppe

La zeppola di San Giuseppe è un dolce tipico della festa dell’omonimo santo, mentre in altre zone viene servito per Carnevale. In Campania sono molto popolari e sono originarie del comune di San Giuseppe Vesuviano. Vengono preparate intorno al 19 marzo e sono il dolce tipico della Festa del Papà. Gli ingredienti principali sono farina, zucchero, burro, uova, olio d’oliva, crema pasticcera, zucchero a velo e amarene sciroppate. Possono essere fritte o cotte al forno.

Foto | da Flickr di sheldonpax

Riproduzione riservata © 2022 - GB

ultimo aggiornamento: 09-01-2014