Deliziose alla vista e sotto i denti: le patate novelle altro non sono che patate non giunte a maturazione, ma dal momento che non si trovano sempre, quando proprio ci assale la voglia matta, possiamo ricorrere a quelle precotte o surgelate facilmente reperibili in ogni stagione e qualunque supermercato.

Le patate novelle precotte sono quelle che si trovano in genere sottovuoto in confezioni da 500 g e che si conservano anche due mesi in frigo (e al buio) prima di cucinarle senza fare i germogli. I loro tempi di cottura sono ovviamente inferiori a quelle crude e si cucinano con tutta la buccia che, se preparate in forno, diventa croccante ed è una vera prelibatezza.

Quanto a quelle surgelate, invece, non vanno per forza scongelate prima (nel caso lo facciate poi non dovete ricongelarle), ma in questo caso ci metteranno un po’ di più a cuocersi e rischiano di assorbire un po’ troppa acqua.

Qualunque tipo di patata novella usiate, infine, sappiate che la ricetta migliore è quella che prevede una padella o un forno, abbondante olio, un po’ di sale, qualche spicchio d’aglio e tanto rosmarino. Ideali per accompagnare carni, pesci e addirittura come farcitura per frittate davvero eccezionali.

Riproduzione riservata © 2022 - GB

ultimo aggiornamento: 09-11-2017