Esiste un formato di pasta migliore di un altro per l’insalata di pasta fredda?

L’insalata di pasta fredda è un piatto estivo facile e veloce da preparare:
Ottimo come primo piatto fresco, ma anche come piatto unico.
Nonostante la facilità e semplicità del piatto, un dubbio però sorge comunque: quale formato di pasta scegliere?

insalata pasta fredda
insalata pasta fredda

L’insalata di pasta fredda

Come abbiamo detto l’insalata di pasta fredda è un ottimo piatto da consumare nelle calde giornate di luglio e agosto.

La pasta può essere condita con moltissimi ingredienti diversi a scelta, in base ai propri gusti: carne, pesce, verdure, legumi e persino frutta fresca.

Puoi provare per esempio questa ricetta: Insalata di pasta fredda con frutta estiva

I migliori formati di pasta per l’insalata

E adesso veniamo alla nostra domanda: quale formato scegliere?

Prima di tutto è bene optare per un formato di pasta corta, questo perché è più facilmente amalgamabile con il condimento.

Perciò via libera a penne, eliche, farfalle ed anche orecchiette.

Vien da sé che gli spaghetti o i bucatini, ma anche tagliatelle e tagliolini, non siano l’ideale per portare a tavola la vostra insalata di pasta fredda.

Parliamo invece di tortiglioni e mezze maniche: questi formati vanno bene per l’insalata di pasta fredda specialmente se scegliete un condimento piuttosto importante, come per esempio bocconcini di carne o verdure a cubetti di una certa dimensione.

Formato di pasta per l’insalata: non conta solo la forma

Oltre alla forma della vostra pasta dovrete valutare un’altra caratteristica da cui deriva l’aspetto finale del vostro piatto: la consistenza.

La pasta trafilata al bronzo ed essiccata a bassa temperatura è la scelta migliore, questo perché è in grado di mantenere al meglio la cottura e la sua compattezza.

Dovete infatti valutare che dopo essere stata cotta, la pasta va lasciata raffreddare e dopo condita con i vari ingredienti.

Riproduzione riservata © 2022 - GB

ultimo aggiornamento: 18-08-2022