Come preparare i fichi caramellati con la ricetta romagnola

I fichi caramellati con la ricetta romagnola rappresentano una preparazione sana e genuina adatta a molteplici utilizzi: ecco come si realizzano

Tra le tante ricette per utilizzare i fichi, ora che sono di stagione, c'è questa, tipica romagnola. I fichi caramellati, che rappresentano una preparazione molto facile ed allo stesso tempo golosa vengono, secondo la tradizione regionale, utilizzati per arricchire le piadine con lo squacquerone, formaggio cremoso adatto ad essere spalmato.

Fichi

La ricetta, che proviene da quì, prevede solo due ingredienti (acqua esclusa), per un risultato sano e genuino, ma andrà iniziata la sera precedente, quando i fichi dovranno essere posti a macerare in un contenitore insieme ad acqua e zucchero per tutta la notte. I frutti dovranno essere perfettamente sani e puliti ed andranno utilizzati direttamente con la buccia e con una parte di picciolo, che non andrà dunque eliminato completamente. Provate anche i fichi con mandorle al forno ed i fichi all'aceto balsamico con la ricetta facile.

Ingredienti

600 gr di zucchero
2 bicchieri di acqua
2 kg di fichi circa

Preparazione

Lavare bene i fichi, asciugarli ed eliminare parte del picciolo. Adesso porli in un contenitore di vetro insieme all'acqua ed allo zucchero e farli riposare tutta la notte. Il giorno seguente porli in una pentola ampia dal fondo spesso ed accendere la fiamma. Dovranno cuocere per circa 1 ora e mezza su fuoco basso fino a quando lo sciroppo si sarà addensato ed i fichi avranno raggiunto un colore marroncino. Avere cura di non toccarli per i primi 30 minuti di cottura, quindi mescolarli delicatamente per evitare che si attacchino sul fondo. Trasferire nei vasetti sterilizzati e avvitare bene i tappi, quindi mettere a raffreddare a testa in giù.

Foto | Robin Ellis

  • shares
  • +1
  • Mail