Le ricette della cucina britannica: non solo fish and chips

Pur non godendo di grande fama, la cucina britannica ha alcuni piatti che sono usciti dai confini nazionali e si sono imposti in tutto il mondo

La cucina britannica non gode certo di ottima fama, però a volte è vero che si tratta di un luogo comune che viene perpetuato un po’ per pigrizia. Ci sono alcune preparazioni della cucina britannica che sono note in tutto il mondo. Il roast beef, per esempio, cioè controfiletto di manzo rosolato e cotto al sangue, in modo da risultare morbido e succoso. E poi c’è il fish and chips, vero emblema della cucina britannica in tutto il mondo. Si tratta di merluzzo ricoperto da una pastella lievitata a base di birra scura e fritto, accompagnato da patate fritte come anche da salsa tartara, ketchup e aceto di malto.

Poco noti sono invece i gravies, cioè i fondi di carne o sughi di arrosto, addensati con farina, uova e latte, aromatizzati con diversi ingredienti e impiegati per accompagnare la carne.

Le ricette della cucina britannica: non solo fish and chips

Non possiamo certo dimenticare i puddings, termine generico con cui si indicano sia creme dolci o salate di consistenza gelatinosa, addensate con fecola e aromatizzate a piacere, sia delle specie di torte, anch’esse dolci o salate. A quest’ultima categoria appartiene lo Yorkshire pudding, a base di farina, uova e latte; l’impasto viene distribuito in un recipiente precedentemente rivestito con sugo di arrosto, quindi infornato e servito insieme al roast beef. Come sformato dolce possiamo, invece, rammentare il Christmas pudding, “torta” molto elaborata che richiede vari giorni per la preparazione e viene realizzata nel periodo natalizio: è costituita da un impasto di farina e grasso di rognone cui si aggiungono frutta secca, canditi, scorza di agrumi, uova, mollica di pane, zucchero e molto rum. Dopo una cottura a vapore di molte ore, viene infornata solo al momento del servizio. Una versione più semplice è il bread pudding, preparato con pane intriso nel latte, burro, un misto di frutta secca, zucchero di canna, scorza d’agrumi, marmellata di arance amare, pepe, noce moscata e uova.

Abbiamo poi i pies, pasticci dolci o salati: tra i primi annoveriamo la celeberrima apple pie, cioè torta di mele. Molto british sono anche l’orange marmelade (preparata anche con le scorze) e il plum cake (pasta lievitata aromatizzata con rum, uvetta e canditi) spesso protagonista dell’ora del te, insieme ai cucumber sandwich (tartine con cetrioli), agli scones (biscotti poco dolci e molto lievitati, che dopo la cottura vengono farciti con panna o marmellata), e a vari piatti freddi, salati o dolci.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail