La minestra di fave per stare in forma, la ricetta

Un primo piatto di stagione alternativo alla pasta asciutta: la minestra di fave

Minestra di fave

La minestra di fave sarà particolarmente gustosa se la preparerete in questo periodo che ci sono le fave fresche, ma volendo potete replicarla anche fuori stagione, utilizzando quelle secche. La ricetta è semplice, direi quasi elementare, arricchita da questa polpa di pomodoro che potete, se non vi piace, anche eliminare, restando alla versione di base con fave, pasta e tanti aromi e profumi naturali. Inoltre è un primo piatto light: se ci fate caso, infatti, non c'è soffritto e anche l'olio è agiunto all'ultimo, a crudo.

Ingredienti



    500 g di fave bianche già pulite
    250 g di pasta tipo ditalini rigati
    200 g di pomodori
    6 foglie di basilico
    5 cucchiai d’olio
    sale e pepe

Preparazione


Mettete le fave in una pentola, coprite d’acqua salata e fatele cuocere a fiamma bassa per 3 ore mescolando di tanto in tanto e a recipiente coperto. Quando saranno tenere, aggiungete i ditalini e fateli andare per 8-9 minuti eventualmente aggiungendo altra acqua bollente se la minestra risultasse troppo asciutta.

Nel frattempo tritate la polpa dei pomodori privati dei semi, delle bucce e dell’acqua di vegetazione e unite la polpa alla minestra calda, irrorate con olio evo a crudo, aromatizzate nei piatti con foglie di basilico e una generosa macinata di pepe nero fresco.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail