Rubina Rovini, la concorrente di Masterchef e la sua cucina tradizionale ed esotica

28 Giugno 2016

Rubina Rovini è stata una delle concorrenti più amate dell’ultima edizione di Masterchef Italia: la sua cucina ci ha subito conquistato, perché frutto di un mix perfetto tra la tradizione italiana (lei ha origini pugliesi e toscane) e piatti esotici, assaggiati in occasione dei suoi tantissimi viaggi in giro per il mondo. Una cucina moderna e al tempo stesso classica, per un mix di sapori che sicuramente conquista al primo assaggio.

L’ex ballerina classica ed ex bancaria, oggi chef, grazie all’esperienza a Masterchef Italia 5, porta sulle tavole dei sapori intensi, dei piatti mai banali, frutto proprio dei suoi viaggi, che hanno condizionato molto la sua cucina:

[quote layout=”big”]Viaggiare apre la mente, anche in cucina. Ogni paese ha una grande tradizione gastronomica, che mi piace sperimentare sul posto e dalle quali cerco di “rubare”; ingredienti che ripropongo nelle ricette più vicine alla nostra tradizione. ​[/quote]

Se il Giappone l’ha influenzata molto nella sua cucina, non mancano contaminazioni dall’Africa e dal Brasile:

[quote layout=”big”]Il Giappone è un paese incredibilmente ricco dal punto di vista gastronomico. Hanno una grandissima tecnica e preparano il pesce in modo incredibile. Altri paesi che per me sono stati una grande fonte di ispirazione sono stati l’Africa, con le sue spezie, e il Brasile, per ​la varietà di ingredienti.[/quote]

Lei crea i suoi piatti sull’onda emotiva, ma come fa ad abbinare i gusti della tradizione italiana ai piatti esotici?

[quote layout=”big”]Solitamente compongo i piatti partendo dalla tradizione. In ogni piatto dobbiamo essere in grado di ritrovare qualcosa che ci conquista, di vicino a noi. Da qui spazio cercando ingredienti che rendano unico il piatto finito. [/quote]​

Rubina Rovini porta queste sue contaminazioni in nuova rubrica di video ricette sul sito Ricetta.it, che al momento propone 12 gustosi piatti: Crema di cime di rapa, burrata e gamberi al cocco; Fondente di patate con uovo in pellicola e porri croccanti; Gazpacho all’italiana; Gnocchetti semintegrali con acciughe del Cantabrico, crumble di taralli, limone e menta; Macedonia di frutta e verdura con crumble di nocciole; Paccheri con scarola, vongole e mandorle; Polpette di coniglio al timo e pepe rosa su crema di asparagi; Quinoa Greenpower ai profumi mediterranei con riduzione di agrumi e menta; Risotto zucca e zenzero con castelmagno e mandorle tostate; Sole del sud; Spaghetto quadrato con cozze, pecorino e limone e Tortino di orzo con tartare di verdure e olio aromatizzato alle erbe.

I Video di Gustoblog: Girelle di pancarrè e Nutella